Un grande Impegno

l’Associazione Italiana Tende, Schermature Solari e Chiusure Tecniche Oscuranti, rinnova il proprio impegno nel chiarimento delle problematiche fiscali attinenti il settore. Un impegno a tutela dei consumatori finali e delle aziende.

Recentemente alcune aziende del settore Tende e schermature solari hanno segnalato controlli dell’Agenzia delle Entrate sulle detrazioni relative all’Ecobonus per l’installazione delle pergole bioclimatiche. Per preservare l’intero settore, Assites ha attivato un canale diretto con l’ENEA allo scopo di comprendere dettagliatamente gli aspetti tecnici e normativi che hanno portato al respingimento delle prime richieste di agevolazioni fiscali per chi ha installato tali strutture.

Con lungimiranza il tema venne affrontato già nell’ottobre 2020 nel corso di Convegno tecnico organizzato dalla nostra associazione. In quell’occasione intervenne l’ing. Domenico Prisinzano di ENEA, allora Responsabile del Laboratorio Supporto Attività Programmatiche per l’efficienza energetica. Sulle detrazioni fiscali l’esperto aveva chiaramente affermato che in genere le pergole bioclimatiche non apportano vantaggi energetici, salvo dimostrazione contraria, e quindi non sono agevolabili attraverso l’Ecobonus. Lasciava però aperta la strada dell’agevolazione tramite il Bonus Casa. Tale via, nonostante l’impegno di queste ore da parte di Assites a sostegno della posizione Ecobonus, viene riconfermata oggi per le vie brevi dai vertici attuali di ENEA che ribadiscono quanto sopra. Pertanto Assites, a tutela dei consumatori finali e degli operatori del settore, riafferma che l’installazione delle pergole bioclimatiche rientra esclusivamente tra i lavori agevolati dal Bonus Casa, con l’aliquota del 50% spalmabile su 10 anni.

Il presidente Fabio Gasparini

La trasparenza e la conformità alle normative sono essenziali per il corretto sviluppo di tutto il nostro settore. Assites continuerà a vigilare affinché le agevolazioni fiscali siano garantite in modo chiaro ed inequivocabile

Tra le varie azioni intraprese dall’Associazione sul tema dei bonus fiscali – aggiunge Gasparini – ci stiamo concentrando soprattutto sulla necessità di ottenere la loro proroga oltre il 2024. Attualmente, sono in corso le prime interlocuzioni parlamentari per affrontare e risolvere questa questione